5 aprile 2018, giorno del mio compleanno, ho deciso che doveva cambiare qualcosa. A 49 anni ero ancora troppo giovane e piena di energia per stare in panchina, così mi sono fatta un regalo.

Tra un post e un l’atro sui social leggo di Tri60. Mi incuriosisco, voglio sapere di cosa si tratta.

Telefono, una ragazza gentilmente mi spiega come funziona la struttura e subito chiedo un appuntamento. Era esattamente quello che stavo cercando, il mio regalo di compleanno.

Inizio subito ad allenarmi, il team e le persone in Tri60 si sono dimostrati perfetti per le mie esigenze, perché mi hanno consentito di trovare il giusto equilibrio tra tempo a disposizione e allenamento.

Mi sono potuta allenare con qualsiasi condizione atmosferica, soprattutto nei mesi invernali (NO EXCUSES). In Tri60 non conta quanto mi alleno ma come mi alleno (qualità, non solo quantità).

Test valutazione funzionale Tri60
Test valutazione funzionale Tri60

All’interno di Tri60 sono stata accolta da subito da un Team di persone meravigliose e da un coach speciale (Paolo Barbera) che ha capito immediatamente le mie esigenze. Con l’aiuto dei test di valutazione funzionale, Paolo ha individuato le mie specifiche capacità atletiche, proponendomi un programma di allenamento completo e su misura, che mi ha portato in soli 2 mesi a ottenere il mio personal best nella mezza maratona e in 6 mesi a tagliare il traguardo del mezzo Ironman di ST Polten, distanza quest’ultima che non credevo assolutamente che fosse nelle mie corde (1900 m nuoto- 90km bici – 21 Km corsa)

Gli allenamenti, perfettamente strutturati, hanno favorito l’acquisizione della consapevolezza dei miei mezzi che hanno poi consentito, attraverso un impegno metodico, di tagliare traguardi prima inaspettati e di capire, inoltre, che dare il massimo a volte non basta perché oltre c’e ancora la possibilità’ di migliorarsi

Tendenzialmente sono una donna che non ama molto le regole.

Paolo però è riuscito a farmi capire che seguire un approccio metodico e scientifico negli allenamenti sul tapis, nell’end-less pool e in sala bike avrebbe poi fatto la differenza nelle performance in gara, cosa che è puntualmente successa, prima nel mezzo Ironman di ST Polten e poi in quello della Slovenia.

Per raggiungere gli obiettivi mi sono allenata 1 h-1:30 h tutte le mattine dalle 6,30 alle 8,00, orario che mi ha consentito di arrivare sempre in ufficio alle 9 e avere davanti a me tutto il resto della giornata, senza trascurare le esigenze della mia famiglia.

Tri60 è diventata un po’ come una seconda casa dove ho inoltre avuto la fortuna d’incontrare degli stupendi compagni di viaggio, con cui sto condividendo questa meravigliosa esperienza e chissà dove mi porteranno.

CategoryStorie
Write a comment:

*

Your email address will not be published.

© 2017 Sportitudo S.r.l
P.IVA 09701320963