Tri60 Luca Tomba arrivo

“Il racconto di Luca e del suo magico PB alla Mezza del Castello”

 

Credo che quello che si provi a superare se stessi, aldilà della mera prestazione in termini di tempo, è sempre un’ emozione unica da vivere. Ti conosci, sai che ti stai allenando bene, con continuità, che stai andando forte. Ma da qui a far sì che tutti i sacrifici e la fatica messa negli allenamenti siano poi tradotti in una gara perfetta, ce ne vuole.

But sometimes it happens!

Ore 9:00. Si parte. 1 C° di temperatura. L’ ideale per me che corro bene fino a 10 gradi poi comincio a sudare come un cavallo. Somaro forse rende meglio. Lo senti dopo i primi 5 km. Ci sei!  Stavolta, mi dico, non vedrò la Madonna al 17°. Riesco a stare al passo con altri del gruppo che gravitano accanto a me, anzi alcuni li supero per poi non rivederli più. Passo il 10° molto bene, fresco. Mi raggiunge un’amica, le si che va forte, mi metto al suo passo. Dopo 2km guardo il fidato Garmin: 4’45’’/km.  Mhhh… mi viene il braccino: “se non rallento non la finisco” e qui entra in gioco il “Luca cuor di leone” … “rallenta, rallenta …”

Riguardo il Garmin. Sono in anticipo sulla tabella di marcia; 4’55 di media va benone. Al 15° raggiungo la mia amica che è un po’ in difficoltà, le offro un gel ma lei rifiuta. Vado avanti. Siamo al 16° e tra un po’ ci siamo. Perché mi risuonano nelle orecchie le frasi di quelli bravi: “la mezza inizia al 17°”.

1C°? Mah..mi pare che cominci a fare un caldo boia.. Non mollare Tomba che mancano solo 4km .. 1 giro di Trenno,  10 giri di pista… non questo non funziona.  Troppi! Cambio. Il pensiero va a che sto preparando il mio primo e probabilmente ultimo Ironman Full Distance.

La settimana prossima, la domenica dopo, quel simpaticone del mio coach (Paolo) mi ha assegnato solo 32Km tanto per gradire e digerire la mezza. Non mi aiuta il pensiero e un po’ rallento, qualche secondo l’ho perso. Ma oramai ci siamo non si molla. Spingo sulle caviglie e cerco la traiettoria più stretta. Raddrizzo le curve alla grande. Sento le voci dello speaker. Possibile? Sono già qui ? Riguardo il Garmin,  in realtà non ho mai smesso … vedo il traguardo anzi lo intuisco perché gli organizzatori, loro sì che hanno lavorato allo Zelig, hanno messo il gonfiabile dopo un cavalcavia al 21°…. Ma ti pare? Ho lasciato parte dei polmoni su quella rampa. Riguardo il Garmin. 1h43!!? Vaccarana! Sgomma Tomba, Sgomma!

Finisco 1h44’19. Ma chi mi tiene più?? Ho migliorato di 1’ 15’’ il precedente Pb fatto a Pisa a dicembre. Di questo passo tra 6 anni il keniano manco lo vedo!

In gloria!

 

Luca Tomba, Tri60 Athlete

 

CategoryStorie
Write a comment:

*

Your email address will not be published.

© 2017 Sportitudo S.r.l
P.IVA 09701320963